SanBo e Cus UniPd, nel girone Verde, restano le due squadre imbattute. In attesa dello scontro diretto…

0
500

Si sono dimezzate le formazioni imbattute della categoria. Sono ora soltanto due ed entrambe, tra l’altro, nel girone Verde: Atv San Bonifacio e Cus UniPd, che si affronteranno proprio sabato prossimo al PalaFerroli (ore 21).

La formazione di Matteo Zappalà ha centrato la sua quarta vittoria stagionale consecutiva per 83-67 sul campo del Concordia Schio, che resta anche l’unica squadra – assieme al Cittadella nel Blu – ancora al palo. Ancora più netto ed inequivocabile il successo degli universitari padovani, che svalicando addirittura “quota cento” si sono aggiudicati per 104-68 il derby provinciale con Redentore Este (nella formazione di Michele Caiolo, quattro in doppia cifra: Berto 23, il grande “ex” Raffaele Guarini 19, Schiavon 13 e Fanesi 11).

E’ stato questo anche l’unico successo interno della 4. giornata nel girone Verde. Nell’altro derby padovano, infatti, il Bc Solesino 1975 (con i due veterani Gasparello e Zulian 11 punti a testa) si è imposto di misura per 65-62 a Lissaro sulla King Service Mestrino; con identico scarto, tre punti per il finale 75-72, gli ambiziosi Buster Verona sono passati sul campo del Kialab Araceli (ai padroni di casa non è bastato Panozzo, 21 punti); infine il Nuovo Argine Vicenza (capitan Marchetti 17, Ruda 12, Meridio 11) ha espugnato per 76-57 il campo di Vigodarzere. E’ questo il terzetto di squadre appaiato al terzo posto. Vittorie “corsare”, infine, anche per la padovana Pro Pace CRM sull’ostico campo di Pescantina (88-80) e per il LeoBasket 98 Lonigo (con cinque giocatori in doppia cifra, tra cui i veterani Scala e Balbo 21 e 19) proprio a Padova per 87-72 con l’Usmi.

Nel girone Blu, invece, sono cadute entrambe le due di testa. L’Us Alvisiana, nonostante l’ottima partenza (7-2) e dopo aver fatto l’andatura in pratica per tutto l’incontro, è stata superata e beffata dal Bassani Fiamma, sospinta da Cosmo (18 punti), Rossi (17) e Scarpa (15 con le triple che hanno suonato la carica per la rimonta) ed in una serata di grazia al tiro (16/31 da due, 7/20 da tre e 27/31 ai liberi) proprio in volata: 80-70 il risultato finale. E sempre in volata ha dovuto cedere le armi a Vigonza, sul campo de La Fonte Buv vittoriosa per 61-60, anche la corazzata Deiron Spinea.

In questo raggruppamento, il fattore-campo è stato rispettato: tra i successi casalinghi, quello autorevole del Tre Ponti Silea per 62-41 con Priula 88 vale alla formazione di Martino Schiavinato l’aggancio della vetta, in un quartetto proprio con le altre tre veneziane (domenica si disputerà il big-match Spinea-Alvisiana). Oltre a quello della Fiamma nel già celebrato “derby di Sant’Alvise”, invece, l’unico altro successo in trasferta è stato ottenuto da Valdobbiadene per 61-58 nell’altro derby trevigiano sul campo della Pallacanestro Motta. Hanno completato il turno: Litorale Nord-Paese (69-54), Riviera-Cittadella (64-57) e Revolution Castelfranco-Istrana (70-41).