Prende il via nel fine settimana il campionato di Serie B Nazionale. Tutte e quattro le formazioni venete della categoria scenderanno in contemporanea, domenica alle 18.

Tra i loro impegni spicca senza dubbio il derby veneto tra la Rucker e la Virtus Padova (riproposizione di una sfida che si è verificata più volte negli anni scorsi, compresa nei giorni scorsi quella di Supercoppa Lnp). La Civitus Allianz Vicenza, invece, ospita Chieti 1974 al PalaGoldoni; mentre la Gemini Mestre misura subito le proprie ambizioni a Faenza con i Blacks, tra le formazioni più accreditate del girone e forse dell’intera categoria.

Ma come arrivano le quattro formazioni venete alla prima di campionato?

Sarà ancora il PalaSaccon la casa della Rucker per il debutto casalingo in campionato dei bianconeri. In attesa della fine dei lavori di adeguamento del parquet della Zoppas Arena, il match contro la Virtus Padova sarà l’occasione per vedere all’opera capitan Gatti e compagni nel primo match della stagione 23-24 e salutare quello che è stato l’impianto di gioco della Società del Presidente Guberti per tutti questi anni. Si gioca domenica 1 ottobre alle 18, arbitreranno Purrone di Mantova e De Ascentiis di Cremona.

Il prepartita del match contro la Virtus Padova insieme a Nicolò Gatti (nella foto). Finalmente è tempo di campionato. Come sta la squadra? “Siamo carichi e pronti ad iniziare. Abbiamo fatto una buona pre season, mostrando cose positive nelle amichevoli e in Supercoppa. Personalmente mi sento bene, ho lavorato duramente e tanto questa estate dopo l’infortunio”.

Sei il nuovo capitano bianconero. Cosa significa per te? “Sono contento. Oggettivamente è un ruolo importante che però non cambia molto il mio modo di approcciare allenamenti e partite. È un motivo in più per fare bene e ripagare la fiducia di tutti”.

La Rucker, che aveva vinto il “Memorial Mattighello” organizzato a Ponzano e poi superato due turni in Supercoppa Lnp eliminando proprio due venete (Mestre prima dei neroverdi, e prima di uscire a sua volta per mano dei Blacks Faenza), si è aggiudicata per 81-66 anche l’ultimo scrimmage sul campo della pari categoria Andrea Costa Imola (26-19, 46-40 e 61-53 i parziali in suo favore) mandando un quartetto in doppia cifra: Cacace 17 (nella foto-copertina di Roberto Breda-Incastro), Zacchigna 16, Gatti 14 e Calbini 10.

La Virtus Padova, invece, nel fine settimana ha chiuso soltanto al 4° posto il “Blowtherm Tournament” nel quale la formazione di Riccardo De Nicolao è stata battuta da due formazioni di B Interregionale: prima l’UBP Petrarca nel sentito derby cittadino (80-95, tra i neroverdi Cecchinato 24 nella foto, Ferrari e Molinaro 18); poi San Bonifacio (68-76, Molinaro e Antelli 13, Ius 12). “Non siamo riusciti ad approcciare nel modo corretto le partite – l’analisi del coach virtussino – e così facendo non abbiamo colto l’occasione di renderle utili e allenanti in vista del campionato”.

Quello stesso torneo disputato al PalaSavio di Mortise, nei pressi di Padova, la Civitus Allianz l’ha invece vinto meritatamente (nelle due foto di Rocco D’Argento, l’esultanza della squadra e la premiazione di Cernivani): “Vincere fa sempre piacere, specie ad una settimana dal via – ha commentato il dg berico Renzo Stella, ospite di una trasmissione televisiva locale – L’asticella, quest’anno, si è alzata per tutte: ci sono 5-6 squadre davvero attrezzate e dal “sapore di A2” data la loro alternanza tra le categorie. Una stagione assai impegnativa anche economicamente, un autentico “salto in alto”: per la presenza in alcune squadre dei comunitari; per la riforma dello sport; e per i viaggi piuttosto lunghi”.

Domenica 1° ottobre alle ore 18 il Palazzetto dello Sport Città di Vicenza aprirà le porte per inaugurare la prima partita in Serie B Nazionale per la Civitus Allianz. Dopo l’esaltante spareggio vinto in gara 4 domenica 21 maggio 2023 contro Lumezzane, poi ripescata grazie al miglior piazzamento nella scorsa stagione, Vicenza torna sul parquet in campionato davanti ai propri tifosi.

Le dichiarazioni di Cilio. Nella settimana di avvicinamento al debutto a parlare in casa biancorossa è l’allenatore Manuel Cilio. “Proveremo da subito a capire quale sarà il nostro percorso, la squadra proverà a lottare soprattutto qui a Vicenza, tutte le squadre dovranno vendere cara la pelle e far fatica per batterci in casa, già dalla prima gara vorremmo dimostrare questo. Chieti è una delle favorite del campionato, una squadra da primi quattro posti, è una partita abbastanza proibitiva, ma non ci deve spaventare niente. Il precampionato è andato bene, l’abbiamo impostato in modo diverso e i quattro nuovi innesti si sono inseriti alla grande, il gruppo si è già unito anche fuori dal campo. Vi aspettiamo tutti al palazzetto!”.

Gli avversari. In terra berica arriveranno gli abruzzesi di Chieti che in settimana hanno firmato il playmaker argentino Juan Ignacio Suppi, l’anno scorso a Osimo in C Gold a 19 punti di media. Il roster a disposizione di coach Daniele Aniello è profondo e di primo livello per puntare ai playoff: giocatori navigati e che hanno vinto in passato la serie B, con sotto i tabelloni uno dei migliori centri del girone B, Edoardo Tiberti.

Precampionato. La Civitus Allianz ha vinto il torneo di Padova superando i padroni di casa della Ubp Petrarca nella finale per il primo posto vincta col punteggio di 79-63. Cucchiaro e Terenzi i matador con 19 punti a testa. Nella prima semifinale la Civitus aveva battuto San Bonifacio per 77-61 (Ambrosetti 18, Riva 12), mentre nell’altra i padroni di casa hanno vinto per 95 a 80 contro la Virtus Padova che è stata sconfitta anche dal San Bonifacio per 76-68 nella finale per il terzo posto.

Pochi giorni prima del torneo c’era stata la seconda amichevole contro Mestre, stavolta in trasferta sul campo del PalaVega. Punteggi resettati ogni quarto con parziali 20-15, 22-10, 24-20, 13-22 (finale totale 79-67 Cucchiaro 20, Antonietti 14). Partita di esordio stagionale per il nostro nuovo acquisto Terenzi.

Nell’ultimo su scrimmage pre-campionato, dopo la vittoria nel derby con Vicenza di mercoledì scorso al PalaVega (79-67), la Gemini Mestre è stata sconfitta per 83-78 sul campo di Ozzano: nelle fila dei Grifoni, che hanno scontato a caro prezzo anche la falsa-partenza (30-17, 44-43 e 58-59 i parziali dei locali), non è bastato il terzetto in doppia cifra composto da Sebastianelli (13), Bugatti (11) e Pellicano (11). La formazione di Cesare Ciocca (nella foto), prima di tuffarsi nel campionato dove affronterà – come detto – un potenziale “scontro d’alta classifica” (nell’ideale pantheon del girone, con Faenza e Mestre, gli addetti ai lavori inseriscono anche Ruvo, Roseto e Rucker), vivrà un autentico “bagno di folla” sabato alle 18 in Piazza Ferretto nel cuore della città nella Festa del Basket Mestre, uno degli appuntamenti più attesi dell’anno per tutta la tribù biancorossa.