Cade Oderzo (con Murano), Sistema Pordenone in testa da sola! In coda, ferme al palo Cestistica Verona e Caorle.

0
536

Dopo tre giornate, c’è già una sola squadra in vetta: è la Winner Plus Sistema Pordenone neopromossa nella categoria. Ieri sera, la formazione di Marzio Longhin (Truccolo 20) ha calato il “tris” espugnando per 79-70 (40-24 già all’intervallo) anche il campo della With-U Verona (ai locali non è bastato un quartetto in doppia cifra, Caridi da “doppia doppia” con 12 punti e 15 rimbalzi). Questa, tra l’altro, è una delle due squadre ferme al palo, insieme al Bvo Caorle (Rizzetto 23 con 5/8 da tre) sempre ieri sconfitta per 75-66 sul campo dell’Orange1 Oxygen: tra i bassanesi, il giovane centro Agmabu 13 punti e 10 rimbalzi (con lui in doppia cifra Bogliardi 18, Gajic 17 e Fiusco 10).

La sorpresa più grande del turno, però, sabato sera nel big-match tra Gemini Murano e Sporting Club Oderzo. A Sant’Alvise, la formazione di Andrea Ferraboschi se lo è aggiudicata per 85-78 dopo aver inseguito nel primo tempo (chiuso sul 40-42). Per i muranesi, il match è stato assolutamente dominato dal loro “gioiello” più pregiato: l’ala bosniaca Zelijko Palavra, autore di 38 punti (7/11 da due, 5/12 da tre e 9/12 ai liberi) per un eloquente 33 di valutazione; ben supportato, però, anche da Mazic (14) e Sambucco (11). Alla “corazzata” Oderzo, che conosce il suo primo stop stagionale, non è stato sufficiente mandare un quintetto in doppia cifra (tra cui, Venturelli 21).

Alle spalle degli opitergini, così, si è formato un vero e proprio gruppone di cinque squadre a 4 punti. Oltre alla sorprendente Bassano, alla stessa Murano ed allo Jadran Trieste, che nel turno riposava, ci sono Calligaris Corno di Rosazzo e The Team. L’ambiziosa Corno di coach Icio Zuppi, con un quartetto in doppia cifra (tra cui l’ala Giovanni Infanti infallibile al tiro: 14 punti con 5/5 da due, 1/1 da tre e 1/1 ai liberi), ha strapazzato il Bam, dove il centro Benfatto è stato lasciato troppo solo (17 punti, 8/12 dal campo), chiudendo con un palindromo 85-58 finale dopo aver toccato il +30 in chiusura di terza frazione. Riese, allungando proprio nell’ultima frazione (21-10 il parziale) dopo tre quarti in equilibrio, ha centrato per 68-59 il suo secondo successo stagionale consecutivo a Codroipo: tra i trevigiani, il solito immarcescibile “totem” Carlesso (16 punti e 12 rimbalzi) ben supportato da Bevilacqua (17 con ¾ da tre) e Marini (14).

Tra le altre, Secis Bc Jesolo e Montelvini Montebelluna sono andate a cogliere sabato sera i primi punti stagionali entrambe in trasferta, rispettivamente a Padova e Mirano. Per la prima, che sul campo della Guerriero Ubp ha sempre fatto l’andatura (75-61 il risultato finale), decisivo è stato il parziale di 15-2 a metà della terza frazione griffato dai fratelli Maestrello (34 punti in due) con cui Jesolo ha raggiunto il +18 (tra i biancoscudati, invece, Chinellato 20). Nella squadra di Guido Novello che sul campo della Vetorix, dopo aver condotto fin dal primo quarto di una decina di punti, si è aggiudicata per 66-54 un vero spareggio-salvezza, degne di nota le prove di Jovancic (20 punti, 4/9 da tre e 6/6 ai liberi, 10 rimbalzi) e Crivellotto (18 e 6).