Federico Miaschi: tra Reyer Venezia e Virtus Padova, un prospetto europeo

0
629

Si fa presto a dire “millennial”! …

Federico Miaschi, guardia di 1.94 classe 2000 (è nato il 26 aprile), è genovese di nascita ma veneto a tutti gli effetti di adozione. Nella sua quarta stagione in Veneto, dalla Reyer Venezia sua società di appartenenza (con la quale l’anno scorso, e per la precisione il 22 gennaio 2017 nella gara Reyer-Cantù, è stato il primo millennial a debuttare e segnare nel campionato italiano…), è stato dato in prestito alla Virtus Padova di serie B: campionato nel quale sta viaggiando a 9,6 punti di media nei 24 minuti di impiego medio. Con gli orogranata, però, continua a giocare nel Campionato Under 18 d’Eccellenza. E proprio con la formazione giovanile della Reyer, tra l’altro, ha partecipato la scorsa settimana all’Adidas Next Generation Tournament, ovvero il più importante torneo per club giovanili organizzato a Belgrado dall’Eurolega: la squadra veneziana si è classificata solo al 6° posto; ma Federico Miaschi, secondo miglior marcatore del torneo (a 23,5 punti), è risultato terzo giocatore assoluto per valutazione ed è stato inserito, a pieno diritto, nel quintetto ideale della manifestazione.

Di questa sua ultima esperienza e più in generale dell’annata in corso, ha tracciato un bilancio ai “taccuini” di Luca Kravina per il sito Virtuspadova.it:Torneo incredibile e difficile – ha spiegato –. Devo dire che giocare ed allenarsi con i senior nella Virtus mi ha aiuta parecchio nell’affrontare i pari età. L’intensità negli allenamenti, la forza atletica dei compagni e avversari, l’esperienza dei giocatori che si affrontano in Serie B sono un vantaggio non indifferente in queste occasioni. È una grande soddisfazione personale essere inserito nel quintetto ideale. A Belgrado c’erano tra i giocatori più forti di Europa: questo rende il premio ancor più prestigioso. Purtroppo, come squadra non abbiamo raggiunto il pass per le finali continentali e abbiamo chiuso in sesta posizione ma ci rifaremo nel campionato italiano. Ora c’è il campionato di serie B con due partite importantissime. Con la Reyer ora siamo alla seconda fase e cercheremo di raggiungere le finali nazionali. Poi ci sarà anche la nazionale con un torneo in Germania a fine mese. Ma per adesso penso ad allenarmi bene e a preparare un impegno per volta”.

Reyer Venezia e Virtus Padova, dunque. Ma Federico Miaschi, che in passato era già stato selezionato tra i migliori Under 16 del continente per un camp di prestigio come il Jordan Brand Classic, è anche e soprattutto un punto di forza della nostra Nazionale giovanile (il suo debutto in campo internazionale datato nell’estate 2016, agli Europei Under 16 in Polonia chiusi dagli azzurri al 7° posto, dove aveva viaggiato a 18 punti di media). E, ovviamente, un prospetto assoluto del basket italiano. Se son rose…