Dopo la sosta VelcoFin Vicenza riparte da Selargius

0
571

L’ultima uscita “ufficiale” risale allo scorso 28 Gennaio: e per cancellare il ricordo della sconfitta interna con Milano certo non sono stati sufficienti i venti giorni scivolati via tra allenamenti e amichevoli, senza dimenticare le vicende di Melisa Brcaninovic, impegnata con i colori della Bosnia nel 2° turno di qualificazione ad Eurobasket 2019.

Archiviate le schermaglie di metà settimana con S. Martino e Ponzano, Vicenza vola in Sardegna per tornare nuovamente a calarsi nella seconda competizione nazionale: e toccherà al San Salvatore Selargius tastare il polso ad una formazione biancorossa che, tra Albino, Castelnuovo Scrivia, G&G e Il Ponte Casa D’Aste, ha strappato i due punti solo a Pordenone e suscitato più di qualche perplessità nell’equilibrio di squadra. Tanto da accogliere la sosta forzata come una grande opportunità per recuperare energie fisiche e mentali e per ritrovare il piacere di lavorare in palestra con l’obbiettivo di ritrovare sicurezza tecnica e brillantezza fisica.

Anche perché, nelle due settimane a seguire, VelcoFin dovrà battersi con Fanola – recupero 3^ giornata, il 27 a S. Martino – Costa Masnaga e Villafranca (4 e 7 Marzo, entrambe tra le mura amiche), ben sapendo che B&P ed Ecodent occupano seconda e terza posizione in classifica e che saranno impegnate, il prossimo weekend, nella Final Eight di Coppa Italia ad Alessandria.

Non sta meglio Selargius, che alla sfida con Vicenza chiede il toccasana per fermare un’emorragia di risultati sfavorevoli giunta a quota sei sconfitte nelle ultime sette partite – Geas, Udine, Milano, Villafranca, Crema e Costa – magari aggiudicandosi in volata un match che si annuncia assolutamente aperto ad ogni pronostico. All’andata fu Vicenza a festeggiare (53-47), il match di ritorno vedrà le viaggianti ancora orfane di Stoppa – guaio muscolare – e le padrone di casa con una Rondinelli in più.

S. Salvatore – VelcoFin andrà in scena domani, Sabato 17 Febbraio, con inizio alle 18 nella Struttura Geodetica di Via Vienna, arbitri Matteo Spinelli di Roma e Lorenzo Lupelli di Aprilia.